Homepage » Informazioni e news

Informazioni e news

Caos carburante all’Isola d’Elba: urge trovare una soluzione

Va tutelato il diritto fondamentale alla libera circolazione sul territorio

Data: 11/06/2020

Caos carburante all’Isola d’Elba: urge trovare una soluzione

I mancati o insufficienti approvvigionamenti di carburante all’Isola d’Elba rappresentano un ‘vulnus' che necessita di una soluzione immediata. Ovviamente, in presenza di contrasti di varia natura su servizi forniti da privati e giustamente regolamentati da pubbliche autorità, non siamo né in condizione né intendiamo formulare giudizi di alcun tipo, non essendo di nostra pertinenza.

Resta in ogni caso fondamentale il diritto di tutti i cittadini, e nello specifico il diritto dei cittadini elbani - peraltro costituzionalmente garantito - alla libera circolazione nel territorio, paradossalmente anche a prescindere dall’auspicabile prossimo flusso turistico estivo. Tale diritto è ovviamente soggetto a limitazioni di vario tipo, compresa quella di natura sanitaria come purtroppo la recente esperienza ci ha dimostrato: resta comunque evidente che nella specifica situazione tale diritto non può essere in alcun modo limitato da situazioni contingenti e derivanti da contrasti tra soggetti privati.

Senza contare che questo disservizio presenta poi pesanti ripercussioni di carattere economico, riconducibili all’occupazione dei soggetti operanti in tale indotto. Una lotta intestina che può finire per pregiudicare irrimediabilmente anche l’immagine dell’Elba sotto il profilo del marketing, proprio in coincidenza dell’avvio della tradizionale parentesi stagionale dedicata al turismo.

L’AC provinciale, che da decenni rappresenta all’Isola d’Elba un punto di riferimento imprescindibile per automobilisti e centauri grazie all’attività della propria delegazione di Portoferraio, tra le proprie ‘mission istituzionali’ prevede la tutela dei diritti degli utenti della strada. A partire proprio da quello di potersi spostare liberamente e in piena sicurezza.

Per questo continueremo a monitorare l’evolversi della situazione - così come abbiamo fatto sino ad oggi, anche grazie all’operato delle nostre commissioni presiedute da Riccardo Heusch e Virgilio Marcucci - confidando nell’intervento auspicabile del Prefetto e di tutte le Istituzioni locali interessate sul territorio, affinché si possa trovare quanto prima una soluzione alla sopra menzionata criticità.

Franco Pardini

Presidente AC Livorno

Nella foto, l'impianto a marchio ACI di Portoferraio