Homepage » Informazioni e news

Informazioni e news

Assemblea dei soci 2018: l’Automobile Club Livorno continua a crescere

Un bilancio con il segno 'più' a conferma del buon operato dell'Ente di via Verdi

Data: 09/05/2018

Assemblea dei soci 2018: l’Automobile Club Livorno continua a crescere
Si è rinnovato l’appuntamento annuale con l’Assemblea ordinaria dei Soci tenutasi in seconda convocazione nella cornice spettacolare offerta dai prestigiosi locali del Grand Hotel Palazzo, sul tratto di lungomare di Livorno antistante la suggestiva Terrazza Mascagni.

Un trend positivo. Oltre all’interessante prologo, si è poi proceduto alla fisiologica approvazione del Bilancio Consuntivo 2018. Un risultato economico che ha fatto registrare ancora un trend ok per le casse dell’Ente di via Verdi.
“Dai dati contabili emerge un giudizio positivo  - ha tenuto a evidenziare il Presidente Franco Pardini nell’incipit del tradizionale discorso rivolto alla folta platea che ha gremito la sala -  Un risultato che fa registrare un utile netto dalle imposte di oltre 152mila euro e che consolida un trend positivo lungo ormai oltre un decennio. Un target centrato anche grazie a una politica gestionale accurata e mirata al raggiungimento dell’equilibrio economico e finanziario, figlio di una concentrazione sui servizi forniti in maniera professionale e capillare dalle undici delegazioni attive sul territorio cittadino e provinciale: un’attività quotidiana che mira a valorizzare la figura del Socio e la finalità principe dello sviluppo associativo.”

Soci col segno più. Un risultato conseguito malgrado l’attuale  crisi  che  coinvolge l’intero sistema Italia.  Malgrado la crisi economica, l’Ente che a oggi fornisce lavoro a circa 120 persone tra dipendenti e collaboratori, ponendosi come primaria fonte occupazionale sul territorio, ha ulteriormente messo a frutto l’inossidabile rapporto di fiducia instaurato con i propri tesserati. 
Da via Verdi si è  saputo reagire con una gestione efficace e consapevole, evidenziando un leggero aumento del numero degli associati: più 131 unità, con l’anno solare chiuso a quota 14405 tesserati. Una crescita in decisa controtendenza rispetto all’andamento nazionale, frutto delle politiche di fidelizzazione (7140 i Soci per i quali, con servizio gratuito, sono stati rinnovati automaticamente oltre 7mila bolli auto) e in particolare dell’accordo cruciale stipulato con un’azienda emergente ma già leader nel proprio settore della mobilità condivisa come la società CD Group Spa titolare del brand cinese Sharengo
Oltre alla partnership nel carsharing, l’AC Livorno si è comunque distinto per i numeri snocciolati in fatto di nuove tessere prodotte  e per l’arricchimento del proprio portafoglio di fidelizzati. Nella speciale classifica nazionale che ha messo in fila i ben 106 Enti provinciali federati e stilata in base al numero dei Soci in valore assolutol’AC labronico è entrato difatti a pieno merito nella top 20, piazzandosi addirittura sul gradino più basso del podio a livello regionale. Tale performance migliore addirittura, facendo avanzare Livorno al secondo posto, se si prendono invece in considerazione i termini percentuali
E diventa strabiliante se si considera che tali risultati sono maturati in un contesto di eccellente concorrenza, considerato che proprio la Toscana si è confermata al primo posto tra le regioni con il maggior numero complesivo di associati (ben 141.709). La prolificità degli AC dell’ ex Granducato non muta parlando di Soci fidelizzati con rinnovo automatico (quasi il 60% del totale dei tesserati): sempre a livello italiano, i primi 5 sono tutti toscani e il Club livornese chiude questa trafila tutta regionale attestandosi in sesta piazza.

Carburanti: vendite in aumento. Pardini ha poi richiamato l’attenzione al settore degli impianti carburanti, con la vendita di oltre 12mila litri di benzina. Rispetto al 2016si tratta di un incremento significativo (945.141 litri)Per i distributori ACL, nella comparazione con l’anno precedente, emerge un aumento del venduto di forte impatto: quasi 6.400 litri, con un bel più 17,24% rispetto al 2016 e quasi la metà del merito nella performance complessiva di vendita (gli impianti convenzionati a marchio ENI hanno venduto sostanzialmente gli stessi litri dell’anno precedente, +0.10%). 
Il recupero significativo rispetto al decremento registrato nel 2016 è dovuto, oltre che alle favorevoli condizioni di mercato, anche a oculate politiche gestionali. E’ difatti proseguito il processo di ammodernamento degli impianti di proprietà, degli autolavaggi e degli uffici (in particolare, il restyling dei locali di Portoferraio).
In particolare, significativa l’operazione di rebranding degli impianti a marchio ENI di viale Nievo (lato monte) e Antignano, oltre alla sostituzione degli accettatori di banconote da piazzale e all’implementazione mediante nuovi POS gestionali sulle strutture a marchio ACL di Vicarello e Cecina (oltre che quello Eni di Antignano).   
Un grande spirito innovativo ha spinto l’AC a proseguire l’innovazione tecnologica già intrapresa: progressi anche per l’attività di distribuzione carburanti, attraverso le due modalità di vendita denominate “ACIRELAX” ed “ACIPLAY” che hanno comportato un miglioramento nell’offerta dei servizi ai nostri associati ed un forte contrasto ai prezzi più aggressivi della concorrenza.

Tanti, ottimi servizi.  Trend invece in discesa, seppur contenuta, per il pagamento della tassa di proprietà dei veicoli, comunemente chiamato bollo auto: sono stati 140420 i tagliandi di ricevuta stampati dai vari uffici dell’AC, per una riscossione complessiva di 20.198.035,61 euro. Un dato in leggera diminuzione a causa delle variegate e molteplici offerte di modalità di pagamento sviluppatesi negli ultimi tempi sul mercato. Il servizio è stato comunque eseguito sia attraverso il metodo tradizionale dell’esazione presso gli sportelli, sia tramite il pagamento automatico “bollo-sicuro”, riservato esclusivamente ai Soci e sempre più apprezzato per la sua puntualità e praticità. Sempre graditi anche i servizi tradizionali, in particolare quello di assistenza/consulenza sulle pratiche automobilistiche, con un andamento in linea rispetto al 2016.
I punti di rete sul territorio hanno quindi messo a disposizione la storica professionalità ACI, costruita giorno dopo giorno con esperienza e frequenti aggiornamenti di responsabili e addetti alle strutture.
Idem per la produzione assicurativa SARA, in virtù di iniziative finalizzate a un recupero provvigionale.
Il soccorso stradale effettuato da ACI Global, società controllata da ACI,  è stato garantito dalla consueta professionalità dei centri convenzionati sul territorio. Una rete di assistenza tecnica formata da officine, autocarrozzerie, servizi pneumatici, centri di revisione, negozi di accessori per auto ed autolavaggi che ha rispetto in maniera egregia il compito affidatogli.
Lunga anche la lista di benefici di cui hanno goduto gli associati, grazie al borsellino elettronico ACI Money, dalla cui utilizzazione è derivata l’applicazione di una significativa scontistica sugli acquisti, in particolare quelli legati al carburante. Negli ultimi mesi però, la novità del progetto nazionale ‘Use your card’ ha arricchito le possibilità di convenienza per gli associati, agevolmente indirizzati nell’individuazione di esercizi convenzionati. Si tratta di una nuova funzionalità atta a incentivare il Socio all’uso della propria tessera e prevede, attraverso la geolocalizzazione derivante dall’apposita app installata in precedenza sul telefono cellulare,  il riconoscimento elettronico dell’associato al momento di un acquisto effettuato presso un negozio che fa parte del circuito.
Senza dimenticare i benefici sotto forma di tariffe contenutissime goduti presso il parcheggio di Piazza Benamozegh, vero punto di riferimento strategico ed economico nelle precarie condizioni in cui l’automobilista si trova a muoversi oggi nel centro cittadino: la vasta capacità dell’area, la professionalità del personale operante e le tariffe contenutissime, lo rendono un fiore all’occhiello. Purtroppo l’interesse strategico del sito ha creato degli appetiti economici sfociati in un attacco mediatico che ha generato una reazione legale in difesa dei diritti dell’Ente e nei confronti del Comune di Livorno. Un ricorso alla Commissione Tributaria del TAR che ha condotto al pieno riconoscimento delle ragioni dell’AC e l’Amministrazione Comunale soccombente, condannata peraltro al pagamento degli oneri di giustizia.

Le nostre società. Menzione del Presidente anche per l’ACI Livorno Service, società in house che ha svolto con precisione e tempestività tutti i servizi affidatigli, valorizzando la Delegazione di Sede, con il raggiungimento di obiettivi rilevanti nell’erogazione dei servizi, non solo ai propri iscritti ma anche all’utenza in generale. La nuova normativa, meglio conosciuta come ‘Decreto Madia’ e concernente le società a partecipazione pubblica, ha indotto l’Ente a una rivisitazione della propria organizzazione e gestione della società controllata nonché della stessa mission aziendale.

Le nostre campagne. E’ ancora forte l’impegno dell’AC, attraverso le proprie Commissioni Traffico e quella per la Tutela Automobilistinelle campagne pubbliche, condotte anche a mezzo stampa e attraverso la rivista sociale la cui tiratura si attesta intorno alle 15 mila copie. ACI Livorno News è diventata la voce ufficiale dell’Ente nella difesa dei diritti degli automobilisti e da essa traggono spunto per le loro iniziative numerosi enti pubblici locali ed AC nazionali. Il nostro è un costante pressing sulle Istituzioni locali, finalizzato all’adozione di scelte opportune nel settore della mobilità. A tal fine, numerosi gli interventi inerenti le problematiche della viabilità cittadina e provinciale a firma dei consiglieri Riccardo Heusch e Virgilio Marcucci sono stati circa quaranta per un’uscita complessiva sui media locali (cartacei, online, video e radio) intorno alle 160 apparizioni annuali.
Inoltre, l’AC Livorno si è ritagliata uno spazio tutto proprio anche su internet, attraverso i profili ufficiali Facebook e Flickr.  Tramite un computer, un portatile, un tablet di ultima generazione o grazie alla connessione da un semplice telefono cellulare, l’AC Livorno fornisce in tempo reale informazioni utili sulla viabilità di città e provincia, consente agli utenti di mantenersi aggiornati sul vasto panorama di idee, iniziative e promozioni studiate costantemente per i propri  Soci, offrendo persino qualche spunto di riflessione interessante, riprendendo e approfondendo i contenuti (testuali e video), selezionati tra quelli provenienti da tutto il panorama nazionale e internazionale per quanto concerne il tema della mobilità.

L’impegno didattico. Cruciale la partecipazione costante e attiva a tutte le campagne organizzate in sinergia con Forze dell’Ordine e altri soggetti pubblici e privati interessati al tema della sicurezza.
Molte sono state le iniziative intraprese nel 2016. l’Ente di via Verdi ha organizzato incontri con gli studenti della scuola paritaria Santo Spirito di corso Mazzini a Livorno e quelli della scuola primaria Europa di Rosignano Solvay. Tali eventi hanno coinvolto centinaia di studenti delle scuole elementari grazie alle iniziative denominate  “2 ruote sicure: viaggiando in bicicletta”, idetata per educare i più piccoli a spostarsi senza motori e in sicurezza, e al progetto promosso da ACI e MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca intitolato “A passo sicuro”. Corsi di educazione stradale per i più piccoli che sono stati curati dal delegato di zona Simone Pardini.
E’ proseguita la campagna informativa “TrasportACI Sicuri” ideata dall’Automobile Club d’Italia alcuni anni fa per sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo alla sicurezza dei bambini in auto attraverso un ciclo d’insegnamenti rivolti alle future mamme e realizzato grazie alla collaborazione con l’Azienda USL n. 6 e l’Ufficio Provinciale ACI.
Una menzione di pregio va anche al progetto portato avanti direttamente tra i giovani e seguito da ormai sei anni dallo storico delegato di Portoferraio Elio Niccolai. Quest’ultimo, al fianco della Prefettura e della Polizia Stradale, ha coinvolto numerose classi isolane: un’attività didattica finalizzata alla crescita di una generazione di utenti della strada più responsabili ed attenti lungo i tornanti dell’Elba.
Grazie alla collaborazione instaurata con il kartodromo “Pista del Mare” di Cecina, l’Ente ha sviluppato, con cadenza costante, il progetto legato al circuito di Scuole Guida ‘Ready2Go’. Un sistema portato avanti dall’AC Livorno e dal suo braccio operativo, rappresentato dalla delegazione di Rosignano. Grazie all’affiliazione al rodato network di oltre 180 Scuole Guida della Federazione ACI a certificazione di qualità didattica e formativa, Livorno è divenuta un punto di riferimento all’avanguardia nell’apprendimento della sicurezza stradale. Da un biennio ormai, incontri con i neopatentati si stanno succedendo a cadenza mensile presso il Centro di Guida Sicura a marchio ACI.

Lo sport vincente. Nel settore rallystico, l’Ente è stato attivamente impegnato nell’indizione di due manifestazioni sportive automobilistiche e questo grazie all’attività svolta da ACI Livorno Service Surl che ha saputo gestire, con la collaborazione di altri Enti associativi, l’organizzazione degli eventi. Il risultato di tali sinergie è stata l’organizzazione di due importanti gare all’Isola d’Elba: il 50esimo Rally Elba in ‘versione tricolore’ ovvero valevole per il circuito del campionato italiano WRC e il 29esimo Rally Elba Storico e 5° Historic Regularity Sport (di cui la prima valida per il Campionato Europeo Auto Storiche, con massimo coefficiente) che hanno richiamato migliaia di presenze sull’isola, tra appassionati e addetti ai lavori, peraltro in mesi non propriamente considerati di alta stagione sotto il profilo del flusso turistico.
Considerevole anche il numero di persone con licenza sportiva: nell’anno passato, l’Ufficio Sportivo ne ha rilasciate ben 399.

Un valore sociale. I servizi forniti spaziano anche nel campo del turismo e dell’intrattenimento. Leggi l’operoso gruppo ACI Camper consolidato ed affiatato, magistralmente guidato dal binomio Santacroce-Andreini. Inoltre, una delle mission istituzionali dell’Ente è quella legata alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale, turistico del Paese.

A questo link, si possono visionare alcuni scatti fotografici che raccontano del bel pomeriggio trascorso insieme ai nostri associati.

Nela foto allegata, una panoramica della sala gremita per assistere all'edizione 2018