Homepage » Informazioni e news

Informazioni e news

Attraversamenti pedonali, cosa ci dice il codice della strada.

Il Codice della strada (D.Lgs 285/1992 e succ. modifiche ed integrazioni) è chiaro.

Data: 30/08/2022

Attraversamenti pedonali, cosa ci dice il codice della strada.Il Codice della strada (D.Lgs 285/1992 e succ. modifiche ed integrazioni) è chiaro e dedica l’art.190 al comportamento dei pedoni ed il successivo art.191 al comportamento dei conducenti nei confronti dei pedoni. Il primo articolo ci dice che i pedoni devono circolare su marciapiedi, banchine, viali ed altri spazi predisposti e che in assenza di questi devono circolare sul margine della carreggiata opposto al senso di marcia dei veicoli, stesse regole anche al di fuori dei centri abitati. Per attraversare la carreggiata devono essere presenti gli attraversamenti pedonali. Se questi non esistono, o sono distanti più di 100 metri, i pedoni possono attraversare solo in senso perpendicolare, ponendo particolare attenzione. E’ comunque vietato attraversare diagonalmente tutte le intersezioni, le piazze ed i larghi al di fuori di attraversamenti pedonali, qualora esistenti e distanti anche oltre i 100 metri. Ai pedoni inoltre è vietato sostare ed indugiare sulla carreggiata ed è altresì vietato sostare in gruppo su marciapiedi o presso gli attraversamenti pedonali; i pedoni che si accingono ad attraversare la carreggiata in zona sprovvista di attraversamenti pedonali devono dare la precedenza ai conducenti. Il secondo articolo ci dice invece che i conducenti invece devono fermarsi quando i pedoni transitano sugli attraversamenti pedonali. Stesso obbligo è quello di dare la precedenza per i conducenti che svoltano su strada al cui ingresso sia posto un attraversamento pedonale. In assenza di attraversamenti pedonali i conducenti devono consentire al pedone che abbia già impegnato la carreggiata di raggiungere il lato opposto in condizioni di sicurezza. I conducenti devono fermarsi in presenza di persona invalida che attraversa la carreggiata e devono in ogni caso prevenire situazioni di pericolo derivanti da possibili comportamenti maldestri di bambini o di anziani: tutte le inosservanze indicate sono soggette a sanzioni amministrative. In ogni attraversamento pedonale deve essere garantita nell’arco delle 24 ore ed in tutte le circostanze climatiche una distanza di visibilità reciproca tra pedone ed automobilista correlata al limite di velocità previsto. In alcuni paesi ( ad.es.in Svizzera) sensibili nei fatti alla sicurezza degli utenti deboli è previsto che il campo visivo ai due lati della carreggiata, compresa la zona di attesa dei pedoni, debba essere libero da ostacoli alti oltre i sessanta centimetri. Si ricorda che i pedoni, così come i conducenti, hanno precisi diritti e correlati doveri di comportamento. I pedoni appartengono ad una categoria di utenti della strada particolarmente debole e devono essere in ogni modo salvaguardati, spesso anche dalle loro stesse azioni, i conducenti, hanno precisi doveri da rispettare. Riteniamo quindi che sia giusto rafforzare i controlli al fine di garantire il rispetto delle regole previste.